Regolamento Interno Scuola Musica Risonanze

REGOLAMENTO INTERNO

Premessa

Alla base dei principi didattici specifici di Cooperativa Risonanze c’è la consapevolezza del valore autonomo dei linguaggi musicale e teatrale come meravigliosi strumenti di comunicazione, confronto, riconoscimento, identificazione e diversificazione con l’altro, ma soprattutto come inesauribile moltiplicatore di risonanze creative, espressive ed emotive della persona. Queste “risonanze” possono concretizzarsi in esperienze spirituali e vivificanti attraverso personali realizzazioni sonore e per mezzo della comprensione della musica e del teatro come “arte”: arte intesa come conoscenza del linguaggio, del suo alfabeto e delle sue tecniche, di tutto ciò – quindi – che permette alle idee di tradursi in suono, movimento o parola e a questo di tradursi in pensiero.

Cooperativa Risonanze mette a disposizione degli allievi competenze professionali di assoluto rilievo, unite ad una concezione delle arti come strumento di comunicazione e di condivisione. 

Cooperativa Risonanze vive pressoché esclusivamente grazie alle rette versate dalle famiglie degli allievi, tali rette sono contenute nei limiti minimi possibili; la gestione è dunque ispirata a principi di particolare rigore che comunque consente agli allievi di poter contare su professionalità e strumentazioni di indiscusso valore.

Il regolamento seguente è dunque una naturale conseguenza delle motivazioni che hanno dato origine a Cooperativa Risonanze e ne possono consentire la continuità nel tempo, così come è condizione indispensabile, per il suo ottimale funzionamento, la collaborazione delle famiglie e degli allievi.

 

Frequenza

Rispondendo in modo primario ai principi didattici della scuola, ed essendo considerata fondamentale per una più completa formazione dell’allievo, la frequenza alle lezioni collettive – canto corale, esercitazioni orchestrali, ritmica e solfeggio, propedeutica – è resa obbligatoria fino ad una corretta acquisizione del linguaggio musicale letto e cantato: eventuali esoneri, motivati, dovranno essere richiesti alla direzione.

L’impegno richiesto ai ragazzi è proporzionato alle capacità e alle competenze manifestate. La partecipazione alle attività d’insieme è ritenuta dalla scuola di fondamentale importanza, in quanto sono queste discipline che assicurano:

  1. dal punto di vista musicale l’acquisizione di un corretto senso ritmico e lo sviluppo dell’orecchio melodico con un ritorno immediato sull’attenzione all’intonazione sia per gli strumenti ad arco che a fiato;
  2. dal punto di vista umano l’attenzione e la relazione con l’altro, trasportando così il fattore musicale da un piano personale ad uno più sociale, in una necessità di autodisciplina e attenzione che diventano altamente formative per giovani nell’età adolescenziale.

Lo studio strumentale individuale sviluppa poi specifiche competenze, queste le classi attive:

  • canto lirico
  • canto moderno
  • coro di voci bianche
  • pianoforte
  • violino
  • violoncello
  • flauto traverso
  • chitarra classica
  • chitarra elettrica
  • clarinetto
  • sax
  • percussioni
  • batteria
  • tromba
  • trombone
  • basso elettrico
  • arpa

 

Il Teatro

La scuola di teatro consente ai ragazzi un approccio a molteplici linguaggi: dalla parola ai gesti, dall’espressività del viso al corpo. Le attività fondamentali si riconducono al grande filone della animazione teatrale, che prevede:

  • giochi di socializzazione;
  • gestualità e linguaggio corporeo;
  • analisi del personaggio;
  • narrazione ed improvvisazione (“le parole espressive”);
  • lettura del testo;
  • messa in scena (“dal testo alla rappresentazione”)

 

Lo Staff

Laboratorio teatrale e messa in scena Gaetano Nenna

Musica d’insieme Davide Bizzarri

Corsi propedeutici/atelier strumentale Claudia Bizzarri

Ear training, Ritmica, Repertorio, Improvvisazione Martina Belli, Davide Bizzarri, 

Lorenzo Ghezzi, Gaetano Nenna,

Edoardo Ponzi

Canto lirico Martina Belli

Coro Martina Belli – Doriana Marin

Canto Moderno Martina Belli

Pianoforte Doriana Marin – Daniele Incerti

Violino Davide Bizzarri

Violoncello Claudia Bizzarri

Flauto Traverso Marica Rondini

Clarinetto/Sax Gaetano Nenna

Chitarra classica Massimo Colla

Chitarra elettrica Massimo Colla

Trombone/Tromba Lorenzo Ghezzi

Percussioni/Batteria Edoardo Ponzi

Arpa Agatha Bocedi

Basso Elettrico Marco Montipò

Solfeggio Claudia Bizzarri 

Segreteria Primo Bedogni – Giuliana Zambelli

Amministrazione Francesca Montanari – Alessandro Colla

Direzione Doriana Marin

 

Rette

Il pagamento delle rette va effettuato tramite bonifico bancario con cadenza bimestrale (o a numero di mensilità maggiori). Oltre alla quota mensile del corso di musica, si richiede il versamento di una quota di iscrizione annuale alla scuola (assicurazione, fotocopie, ecc). Per i nuovi iscritti si richiede di frequentare un mese di lezione e decidere se pagare solo il mese frequentato o se versare le due mensilità e la quota di iscrizione alla scuola.

Le assenze da parte degli allievi non comportano una riduzione di quota e la scuola non è tenuta al recupero della lezione. Nel caso in cui l’assenza dell’allievo si protragga per 1 mese o più tempo si può sospendere il pagamento previo accordi chiari e preventivi con la direzione/amministrazione.

Le famiglie devono al riguardo essere consapevoli che anche se l’alunno è assente l’insegnante è presente e deve essere retribuito.

Nel caso sia l’insegnante a fare un’assenza, è compito dell’insegnante o della scuola trovare il sostituto o recuperare la lezione persa. Qualora sia la scuola a dover sospendere le lezioni per una o più volte le stesse saranno recuperate in date che saranno calendarizzate e comunicate alle famiglie.

Prestito Strumenti

La scuola dà in uso gratuito agli allievi gli strumenti ad arco e a fiato per consentirne la diffusione e la pratica (gli istituti musicali della città fanno pagare il noleggio dello strumento). E’ compito della famiglia sorvegliare che lo strumento sia tenuto e usato con cura.

Quando l’insegnante decide di cambiare lo strumento  (perché è diventato piccolo o perché si è provveduto all’acquisto di uno strumento proprio, o per altri motivi) lo strumento usato fino a quel momento va fatto revisionare e pulire; solo dopo tale esame lo strumento può essere riconsegnato alla scuola. La spesa di revisione è a carico della famiglia. Questo percorso è obbligatorio per qualunque strumento della scuola dato in uso agli allievi.

Manifestazioni Pubbliche

Durante l’anno scolastico la scuola è invitata a partecipare a manifestazioni di carattere musicale o teatrale da Cooperative, Enti, Associazioni o altro. Gli allievi che sono invitati a partecipare a queste uscite devono prepararsi con senso di responsabilità e correttezza. Le famiglie degli allievi sono tenute a consegnare alla Segreteria i moduli per la privacy e per il trattamento delle immagini e dei video per permettere la partecipazione degli allievi a tali manifestazioni.

Conclusioni

Riteniamo che la vita della scuola dipenda da quanto essa è in grado di dare musicalmente, tecnicamente e umanamente, ma anche da quanto i suoi allievi si possono spendere per far vivere quello che viene loro trasmesso.

Il presente regolamento è stato discusso ed approvato dal Consiglio di Amministrazione di Cooperativa Risonanze in data 26/09/2019

 

email cooperativarisonanze@gmail.com

www.scuolamusicarisonanze.it

Tel. 333 980 4773

 

Sede Legale                               Sede San Marco                                Sede Luca Lotti   

  Largo Marco Gerra 1                  Via R. Da Vezzano, 16                  Via Caduti per la Libertà, 10

42124 Reggio Emilia (RE)         42123 Canali Reggio Emilia             42020 Albinea Reggio Emilia